Il cybercapitale. Dalla macchina per filare senza dita alla macchina per pensare senza cervello

12,00

Se già Marx aveva considerato «la scienza come potere del capitale sul lavoro», con l’avvento della cibernetica e la crescita esponenziale della calcolabiltà l’incremento della capacità scientifica si è tradotto in un rafforzamento del controllo capitalistico sul lavoro che, ben lungi dal comportare un’occasione di liberazione gratuita, ha rafforzato lo sfruttamento e la ricattabilità dei lavoratori. Determinando così le condizioni che hanno permesso l’affermazione del neoliberismo. Nel volume questi processi sono analizzati in tutte le loro articolazioni anche attraverso il confronto critico con le interpretazioni che ne hanno dato i principali teorici contemporanei.

Esaurito

Descrizione

Autore:  Modugno Enzo
ISBN:9788872859674
Pagine: 125
Pubblicazione: feb 2020
Editore: Manifestolibri

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il cybercapitale. Dalla macchina per filare senza dita alla macchina per pensare senza cervello”