Frammenti di antropologia anarchica

14,00

Che cosa dovrebbe rendere compatibili, anzi affini, una filosofia politica come l’anarchismo e una disciplina scientifica come l’antropologia (culturale, beninteso)? Per Graeber, anarchico e antropologo, sussistono feconde potenzialità di arricchimento reciproco perché entrambe si muovono da molto tempo sulla stessa traiettoria, non solo perché riconoscono la varietà dei modi di pensare propri degli esseri umani, ma anche perché pongono al centro della loro riflessione la questione cruciale del potere. In un mosaico di appunti e spunti deliberatamente incompiuti, l’autore sviluppa la sua tesi partendo dalle enclaves libertarie ed egualitarie presenti in diversi momenti della socialità umana – di cui già parlano antropologi come Marcel Mauss o Pierre Clastres – per arrivare alle forme di contropotere esistenti nel mondo occidentale, e non solo. Viene così abbozzata una ridefinizione dello Stato e delle organizzazioni politiche che apre a considerazioni fortemente innovative sui concetti di dominio, gerarchia, autorità.

1 disponibili

Categoria: Tag: , ,

Descrizione

Autore: David Graeber
ISBN:9788833020839
Pagine: 136
Pubblicazione: nov 2020
Editore: Eleuthera

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Frammenti di antropologia anarchica”