fbpx

Docu-film sui Gilet Jaunes e incontro con l’autore

Proiezione del documentario “Il suffira d’un gilet” (“basterà un gilet”) a cura del Collettivo René Vautier realizzato da Aurélien Blondeau e Valerio Maggi.

Sarà presente l’autore V. Maggi.

Un percorso a caldo in alcuni dei luoghi più emblematici dei Gilet Jaunes: una casa del popolo, qualche rotatoria da Rennes a St- Nazaire passando per gli Champs-Elysées, luoghi dove ci si incontra per condividere la rabbia. Per comprenderne le origini e per costruire un legame fino ad allora invisibile”.

La presentazione del film sarà un’occasione per capire meglio cosa sta accadendo in Francia e un’occasione di dibattito sulle lotte sociali, sulle loro forme, sulla loro efficacia e sul loro contenuto politico.

COMUNICATO STAMPA

Un anno fa la Francia veniva attraversata da un movimento sociale di protesta ampio e diffuso in tutto il territorio nazionale, da Parigi alle città di provincia. I gilet gialli in poco tempo si presero le prime pagine dei giornali di tutto il mondo e le immagini dei blocchi stradali e dei “sabati  parigini” per settimane furono tra le prime notizie dei principali notiziario televisivi internazionali.

Nato per protestare contro l’aumento del carburante decretato dal governo Macron, ha presto esteso la sua piattaforma sociale mettendo al centro della mobilitazione le politiche neoliberiste e le relativi pesanti conseguenze sulla vita di milioni di persone. Movimento senza “leader”, con una caratterizzazione intragenerazionale, con forme di partecipazione incentrate sull’orizzontalità e la democrazie diretta è divenuto presto, al di là delle diffidenze iniziali, un punto di riferimento rilevante per tutti coloro che si battono contro le politiche antisociali da parte dei governi, in Europa come nel resto del mondo.

Oggi su scala planetaria dal Cile alla Catalogna, da Hong Kong al Libano, ecc. al di là delle differenze specifiche, assistiamo a forme di proteste diffuse che per certi aspetti si pongono sulla falsariga dei gilet gialli: assenza di leader mediatici, forme di partecipazione dal basso, messa in discussione della classe politica corrotta, rifiuto delle scelte liberiste.

Per capire bene cosa sono stati e  sono tuttora i gilet gialli (ai primi di questo mese si è tenuta l’assemblea nazionale del movimento, “L’Assemblea delle Assemblee”), giovedì 7 novembre alle 21.15 lo Spazio Autogestito Arvultura di Senigallia organizza una “Serata Gilet Gialli.

Verrà proiettato il reportage “Il suffira di un gilet”, un viaggio che ci accompagna dentro al movimento, dalla sua nascita fino ai recenti sviluppi. A seguire,  l’incontro con Valerio Maggi, documentarista, tra gli autori del film-inchiesta.

Gilet Gialli