fbpx

Senigallia in piazza per la giustizia climatica

Manifestazioni in quasi 110 Paesi, in oltre 5.000 città e solo a Senigallia più di 3.000 persone in piazza. Lo sciopero per il clima lanciato dalla giovane Greta ha fatto centro. Bambine e bambini, ragazze e ragazzi, genitori, insegnanti e adulti hanno letteralmente riempito il centro storico della nostra città per dire che il problema è il sistema, non il clima, e che nonostante i danni inferti siamo ancora in tempo per salvare il pianeta.

La rete “Friday for future – Senigallia” nel giro di due settimane è riuscita a mettere in campo una organizzazione comune fatta di associazioni, centri sociali, collettivi studenteschi e singoli cittadini che ha permesso una presa di parola collettiva sulla inconciliabilità dell’attuale sistema produttivo capitalistico con la vita umana, animale e vegetale.

Parlare di giustizia climatica, infatti, non vuole solo dire mettere al centro della nostra quotidianità un’etica del consumo orientata alla decrescita, ma vuole anche dire denunciare quelle scelte politiche ed economiche responsabili del biocidio in corso.

In piazza ognuno ha potuto portare il suo punto di vista sulla giustizia climatica. Si è parlato del decentramento della produzione energetica e della necessità di uscire dal fossile, della difesa del mare Adriatico dalle trivellazioni delle multinazionali del petrolio e dell’opposizione alle grandi opere inutili, di sovranità alimentare e agricoltura biologica, di riciclo e km zero, di una mobilità sostenibile e della messa al bando della plastica, dei profughi climatici e di diritto alla salute, dell’inquinamento atmosferico e tecnologie pulite, della salvaguardia del territorio e delle sue infrastrutture, della necessità di sostenere una riconversione ecologica e del fatto che i costi debbano essere pagati da chi finora ha fatto enormi profitti avvelenando persone, animali e ambiente.

Il percorso che abbiamo cominciato non si fermerà qui. La rete “Friday for future – Senigallia” promuove la partecipazione cittadina alla manifestazione nazionale “Marcia per la giustizia climatica e contro le grandi opere inutili”, che si terrà sabato 23 marzo a Roma (info e prenotazioni pullman al 3294828108), e una nuova assemblea aperta a tutte e tutti da tenersi tra la fine di marzo e i primi di aprile per decidere le prossime mobilitazioni in città.

Il futuro è in marcia!

Fridays For Future – Senigallia