Insieme alla Bologna degna. Per la liberazione di Giorgio, Moustafa e Lorenzo

Il comunicato dei Centri Sociali delle Marche

Esprimiamo la nostra complice solidarietà alle migliaia di antifascisti che nella giornata di ieri, a Bologna, hanno resistito per ore alle cariche della polizia, determinati a non concedere agibilità alcuna ai fascisti di forza nuova, che rivendica l’attentato di Macerata come fa Daesh dopo l’attacco fondamentalista di un lupo solitario.

La guerra dell’alto verso il basso, mascherata da guerra tra poveri, fomentata ad arte dalla Lega Nord e dai decreti Minniti, trova facili servi ed esecutori nei gruppi neofascisti, in primis FN e CPI. Manifestare con ogni mezzo necessario la nostra inimicizia verso questi stregoni della paura e della violenza è un dovere civico di ogni donna e di ogni uomo.
In questo momento il nostro pensiero e la nostra solidarietà vanno ai due fermati dopo il corteo bolognese e a Giorgio, Moustafa e Lorenzo, arrestati dopo la manifestazione di Piacenza, con un unico addebito, quello di essere militanti antifascisti.

Giorgio, Moustafa e Lorenzo liberi subito! Libere tutti!

Centri Sociali Marche